© 2017 By Tony Vakka - AVH

  ART, POETRY - AVH - TRAVEL, GYM GOALS, FOOD & STUPID SELFIES 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon

Una Placida Domenica

June 1, 2019

 

Ricordi i baci ardenti, 

il sapore di un amore acerbo e dissoluto,

Strade deserte di lampioni accesi,

Accompagnano i passi di un ritorno amaro,

Un nuovo giorno nasce ed il passato che ritorna,

Le mani in tasca e lo sguardo basso,

Inutili le parole, mentre i pensieri impazziscono,

Anima dolce, anima straziata, anima persa.

Attorno a te il vuoto di un addio che si ripete, 

Tante volte, troppe volte, una volta ancora... 

 

 

Un'auto ti passa accanto, poi il silenzio, 

L'alba e' qui con le sue luci timide,

Bacia gli scuri di finestre allineate, 

Linfa vitale per giovani amanti,   

E' una Domenica placida fra lenzuola bianche, 

Per un amore che muore, 

Mille altri ne rinascono, 

Mille altri ancora risorgeranno,

Forse il tempo perdona, 

Ma il cuore si rifiuta di ascoltare,

Forse piu’ tardi, non ora, non ancora...

 

Il destino e' scritto su quelle lastre di basalto,  

Basta seguire la strada fino in fondo o virare,  

Esso ti appartiene, 

E’ nelle tue mani, 

Nuovi raggi di sole asciugano il dolore di lacrime salate, 

Sarai presto piu' forte di prima,

Quell'amore vivra’ nell'eterno ricordo della sua assenza,

Sul cammino della tua esistenza.

Si’, forse un giorno, ma non ora, non ancora,

Si', forse domani, non oggi, non ora, non ancora...

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now