© 2017 By Tony Vakka - AVH

  ART, POETRY - AVH - TRAVEL, GYM GOALS, FOOD & STUPID SELFIES 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon

Il SERPENTE NERO

April 29, 2018

 

Quando il sole tramonta,

La luce, diradandosi, porta via con se’ la mia parte destra.

Essa lascia il campo di battaglia alla potenza dell’oscurità,

Mentre quella sinistra prende il sopravvento …

Mi avvolge e mi stringe.

Mi ingabbia.

Mi invade.

 

 

La stanza è buia,

Un serpente nero piu’ in la’ nell’angolo,

Lentamente e sinuosamente muove verso di me.

Mi fissa.

Poi s'attorciglia alla mia gamba sinistra,

s'avvita attorno alle mie spalle,

 

infine raggiunge il collo,

Costringendomi ad aprire la bocca.

 

 

Non smette mai di fissarmi,

I suoi occhi sono senza pietà,

anche se provo a resistere.

Entra dentro di me.

Mi possiede.

Le mie pupille si trasformano in uno scanner, 

Cacciano fra le tenebre della notte.

Il mio corpo è avvolto interamente in intrecci di pelle.

Mi sento protetto e deciso.

Un desiderio caldo si espande sull'epidermide,

La mente ne ha il controllo,

Il peccato è ora consapevolmente dentro di me.

 

 

Corpi senza volto mi riempiono di attenzioni,

assecondano le mie voglie,

La mente viaggia per spiagge deserte,

Si perde nel piacere.

Ruotano gli occhi,

Non riesco piu’ a pensare.

Mi perdo nel piacere della carne,

Una volta ancora, un’ennesima.

Ecco qui l’attimo culminante…

Mi sento appagato,

Io sono il serpente!

 

 

 

Una volta soddisfatto ed esausto il corpo,

La notte vicina alla fine,

Scompaio leggero fra le ombre

e con me la mia parte oscura.

A letto, ora, aspetto la luce del nuovo giorno,

Con essa, la mia parte destra riprende il controllo,

fino alla prossima ... in una lotta perenne!

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now